Red

Chi mi conosce  o ha la sfortuna di avermi su qualche social network, starà già alzando gli occhi al cielo… ho passato quasi due mesi alla ricerca di un campo di papaveri. Tra false partenze (azzeccare la stagione aiuta!), ricognizioni fallimentari (le immagini su Flickr possono essere anche geotaggate fino al centimetro, ma il campo dell’anno scorso può rivelarsi benissimo la discarica a cielo aperto del presente) e una marea di email sempre sullo stesso tema (“papaveri, ne avete mica visti in giro?”) che mi avranno sicuramente valso qualche lista nera, sono riuscita a trovare un campo a neanche due chilometri da casa mia, prova evidente che le leggi di Murphy funzionano anche in positivo.

Ovvio che, una volta trovato il maledetto campo, ci ho passato quanto più tempo possibile…. risultato: una bella scottatura sul viso e un bel po’ di foto.

Il mio primo set voleva essere il compagno/evoluzione di questo, con un mood più “Flora by Gucci” e meno “Bizarre mag”. Purtroppo non ho potuto usare quanto volevo in materia di vestiario, per cui ho acceso la modalità ghetto: le frange frontali e laterali sono papaveri veri, cuciti in modo precario dalla sottoscritta davanti agli occhi sgomenti dei fedeli di una chiesa di una non meglio definita sottodenominazione -perchè ovviamente, a Bergamo non puoi tirare un sasso che non colpisci una chiesa.

Dopo ore di headbanging e di corsa da un lato all’altro del campo, il sole si è abbassato a sufficienza, abbiamo cambiato punto di vista e ho approfittato del collasso generale per scattare qualcosa di più cupo… ho rivisto di recente Tin Man (un eccellente remake in chiave sci-fi del mago di Oz) per cui mi sa che questa è la mia rivisitazione inconscia dei papaveri soporiferi dell’originale.

Per finire, miss Isabella voleva un paio di ritratti basic per cui ci siamo scrollati gli insetti di dosso (ok, più lei che io), abbiamo approfittato degli ultimi sprazzi di luce per poi sbaraccare definitivamente e dirigerci verso l’Autogrill più vicino.

About these ads

1 Comment

Filed under PHOTOGRAPHY

One response to “Red

  1. prosciuttella

    Queste foto sono meravigliose. La luce è perfetta. Perfino l’ultimo scatto, naturalissimo. E’ favoloso. =) Poi i capelli della Isabella sono perfetti

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s